Lumen Gentium
via Chiesa, 14 - 20060 Pozzo d'Adda
Centro Culturale di Carnate
Via Ss. Cornelio e Cipriano, 6 - 20866 Carnate
Centro Culturale Benedetto XVI
Via A.Volta, 44 - 20872 Cornate d'Adda

Via IV Novembre, 3 - 20885 Ronco B.no

L'Informatore

Documenti

Utenti Online

Un’alleanza per l’educazione

Per le società del passato l’educazione era un compito largamente condiviso; per la nostra essa sta diventando soprattutto una sfida. Se fino a ieri sembrava quasi scontato che una generazione dovesse farsi carico dell’educazione dei nuovi venuti, secondo la tradizione ereditata dai padri, oggi, chi più chi meno, tutti constatiamo la dissoluzione di questo automatismo, con tutti i rischi, ma anche con tutte le opportunità, che essa porta con sé. La differenziazione sociale e la crescente individualizzazione hanno esteso enormemente la capacità di scelta delle persone.
Ma proprio nel momento in cui, proprio per questo, diventa decisiva una pratica educativa fondata sulla consapevolezza e la responsabilità, capace di promuovere nelle giovani generazioni una sempre più difficile ricerca di se stessi, la nostra società ha come abdicato al suo compito educativo. In nome di una sterile “neutralità”, ha abbandonato i giovani alla loro solitudine, sempre più incapaci di venire a capo della loro vita. Gli adulti, essi stessi disorientati e affaticati, anche quando esercitano il loro impegno educativo, ottengono spesso risultati deludenti; per non dire poi di coloro che hanno addirittura smesso di esercitare l’autorità che fa crescere. In ogni caso sembra prevalere la sfiducia nella stessa possibilità di educare.

Dietro questa “emergenza educativa”, che costituisce la motivazione principale del “Rapporto-proposta sull’educazione” che il Comitato per il progetto culturale della Conferenza Episcopale Italiana sta elaborando e che dovrebbe esser pronto per il prossimo settembre, vediamo emergere in primo luogo una nuova questione antropologica. Ne va in ultimo dell’idea che abbiamo dell’uomo, della sua libertà e del futuro stesso della nostra comunità nazionale. Su questo tema vorremmo sollecitare l’opinione pubblica a un dibattito pubblico che vada ben oltre l’ambito del cosiddetto mondo cattolico, ma che abbia nel punto di vista dei cattolici uno dei suoi interlocutori qualificati.
A tal fine, sarà necessario offrire una rappresentazione realistica della situazione dell’educazione in Italia, che tenga conto certo dei problemi, ma anche delle opportunità; si dovranno individuare le priorità e fornire alcuni suggerimenti operativi utili a superare i diversi problemi, mostrando soprattutto perché l’educazione sia diventata un problema, addirittura un’”emergenza”. Si tratta in sostanza di promuovere una consapevolezza che possa dar luogo nel nostro Paese a una sorta di alleanza per l’educazione, coinvolgendo il maggior numero possibile di interlocutori, nei diversi luoghi in cui sappiamo che l’istanza educativa è un’istanza cruciale.

http://www.progettoculturale.it